6 giorni – obbligatorio trovarsi il sostituto?

I 6 giorni di ferie richiesti come “motivi personali e familiari” sono attribuiti (quindi sono sottratti alla discrezionalità del dirigente) senza obbligo di accettarsi che per la sostituzione “non vengano a determinarsi oneri aggiuntivi anche per l’eventuale corresponsione di compensi per ore eccedenti”.

In altre parole, il docente non è tenuto a cercarsi il sostituto tra i colleghi e gli oneri per il pagamento delle ore di sostituzione saranno a carico dell’Amministrazione.

ES.: “La segreteria mi ha detto che devo trovarmi il sostituto…che devo chiedere disponibilità ai colleghi altrimenti non mi concedono il permesso”

RISPOSTA

  1. La segreteria, il dirigente, o i suoi collaboratori, non “dicono”, ma hanno l’obbligo di scrivere. A domanda scritta si risponde per iscritto. Se non lo fanno rivolgersi al Sindacato
  2. Una volta prodotta la richiesta di permesso entro i termini* non è necessario attendere notizie dagli uffici di segreteria: si usufruirà del permesso, concretandosi come diritto assoluto, nel/i giorno/i richiesti.

in genere 5 giorni prima e, per motivi urgenti o cause sopravvenute, anche la mattina stessa prima di prendere servizio – la baby-sitter di tuo non si è presentata e non sai come fare… mi si è allagata la casa… –